Centrali idroelettriche 
sulla Dora Riparia

Le innovazioni tecnologiche e legislative, nonché l'attenzione rivolta alle fonti di energia dolci e rinnovabili nel contesto della crescente sensibilità ambientale, da qualche tempo stanno rilanciando i salti d'acqua su fiumi e torrenti allo scopo di produrre energia idroelettrica. Gli impianti realizzati in città e nel tratto metropolitano della Dora Riparia o sulle canalizzazioni derivate sono ormai parecchi, ed altri sono in costruzione o allo studio.

Per la maggior parte sono di centrali di piccole dimensioni, del tipo detto "mini-hidro", di potenza compresa tra 100 e 1000 kW. Senza entrare nei dettagli tecnici, in linea di massima si tratta di strutture relativamente semplici, a funzionamento automatico e impresenziato, che utilizzano la naturale portata del corso d'acqua senza grandi invasi di accumulo e condotte forzate, e che per ciò sono dette ad acqua fluente, che sfruttano il dislivello creato dai vecchi sbarramenti, talora aumentato con sopralzi mobili, e che montano turbine Kaplan, adatte a salti modesti e/o portate limitate e/o irregolari.

La potenza di una centrale idroelettrica dipende, in linea di principio, dall'altezza di caduta e dalla portata del flusso d’acqua che la alimenta. Gli attributi torrentizi che la Dora Riparia mantiene anche nel tratto finale, ossia i limitati volumi d'acqua e l'irregolarità del loro regime, per il quale periodi di magra e di siccità si alternano a piene impetuose, non consentono né elevate potenze installate, né grandi quantità di energia elettrica generata. Tuttavia la comparazione dei costi e dei benefici deve considerare sia che nella prospettiva di una Transizione Ecologica ormai obbligata è bene giovarsi al meglio di tutto il potenziale energetico alternativo disponibile, sia che la valutazione dei vantaggi non si ferma alla sola elettricità prodotta, ma deve allargarsi a quelli generati dalla sistemazione, valorizzazione e accresciuta fruibilità del territorio, e a quelli dovuti alle opere di compensazione che le nuove costruzioni. Gli impianti stessi, di modeste dimensioni, quasi del tutto interrati, silenziosi, formati con materiali ecocompatibili, si integrano facilmente nell'habitat naturale grazie a una progettazione finalizzata in tal senso già nelle fasi di cantiere.

Considerando solo gli impianti mini-idro cittadini e quelli che interessano gli ambiti idraulici di cui si occupa il sito, risultano in funzione, in costruzione, o in progetto:

A Torino:

La centrale alla traversa della Pellerina

In funzione dal 2015, utilizza il vecchio sbarramento di corso Appio Caludio.

La centrale all'interno dell'Environment Park

La prima mini-idro, realizzata nell'incubatore delle tecnologie ambientali di parco Dora.

La centrale alla traversa del Regio Parco

A pochi passi dal centro, presso il ponte delle Benne, utilizza il salto dell'ex-canale del Regio Parco

La centrale al ponte Emanuele Filiberto

L'ultimo impianto cittadino è entrato in funzione nell'autunno del 2021.

La centrale della Traversa Michelotti

Un interessante progetto non realizzato.

Sul corso metropolitano del fiume:

 

Esistenti:

La centrale in regione Sebusto a Collegno

La centrale Baden-Powell, alimentata dalla bealera Cossola nel parco agri-naturale di Collegno.

La centrale sulla traversa della bealera dei prati di Pianezza

Dal dicembre 2021 utilizza il salto della bealera dei prati di Pianezza, nel comune di Alpignano.

La centrale sulla bealera di Venaria a Pianezza

La centrale sul canale Sella a Collegno

In costruzione o in progetto:

La centrale sulla traversa della bealera vecchia di Lucento

       Il cantiere verrà aperto, a Collegno, nel corso del 2022.

La centrale sulla traversa della bealera nuova di Lucento

La centrale sulla traversa della ex-bealera Barola a Pianezza

Non rientra nel novero la centrale Enel al ponte vecchio di Alpignano, alimentata dallo sbarramento delle bealere Becchia e di Grugliasco, perché di potenza maggiore (1453 kW) e quindi appartenente ad altra categoria.

Mappa delle centrali mini-idro esistenti, in costruzione e in progetto

Logo-Citta-Metropolitana.jpg

RISORSE ENERGETICHE

AUTORIZZAZIONI RILASCIATE​


Elenco degli impianti di energia da fonti rinnovabili autorizzate dalla Città metropolitana di Torino ai sensi del D.Lsg n. 387/2003.