DORA-REPOWER TOP.jpg
smartbutton17632.gif

menu

Il cantiere della centrale idroelettrica Dora Repower a Pianezza

Una nuova centrale idroelettrica è in costruzione sulla Dora Riparia, a Pianezza, al confine tra i comuni di Alpignano e Rivoli. Essa sfrutta la traversa che serve la bealera di Collegno (detta anche ‘La Comune’ o ‘ della Comunità di Collegno’) e la bealera Barola, quest’ultima chiusa da tempo. L’impianto appartiene alla categoria MiniHidro, con potenza installata superiore a 100 kw. I 1.246 kW nominali massimi la collocano

tra le maggiori installati nel tratto metropolitano e torinese del fiume. A regime produrrà in media 2,8 GWh annui, pari approssimativamente ai consumi di un migliaio di famiglie, e ridurrà di 1.200 t. le emissioni di CO2.

Progetto.jpg

La determinazione della Città Metropolitana di Torino del 23/06/2021 (Determinazione Dirigenziale della Direzione del Dipartimento Ambiente e Vigilanza Ambientale n° 3154) ha concluso positivamente il lungo iter del progetto “Derivazione idroelettrica sul fiume Dora Riparia presso la traversa esistente” presentato dalla Società Idroelettrica Piemontese S.a.s. il 20/1/2015. Il 14/6/2021 la società Dora Repower S.r.l è subentrata alla richiedente divenendo titolare della Auto-rizzazione unica e della Valutazione d’Impatto Ambientale. Altri progetti precedenti (presentati dalle società CIE SpA, RINEVA SpA, STE SpA, ELTE ELETTRONICA Srl, disponibili sul sito della

Città Matropolitana) non hanno superato la valutazione ambientale o sono stati ritirati. I lavori per la costruzione della centrale sono iniziati nei primi mesi del 2022 e dovrebbero concludersi entro l'anno successivo.

LA TRAVERSA

La traversa fluviale esistente che sbarra in diagonale il fiume ha un coronamento in calcestruzzo della lunghezza di circa 110 m ed è formata da gradoni in massi e conglomerato. Essa risulta in parte dissestata e sono previsti il consolidamento e la modifica planimetrica in prossimità della sponda orografica sinistra per la lunghezza di circa 40 m, nonché una maggiore sezione idraulica d’imbocco. Sarà dotata a lato di uno scarico di fondo a sezione rettangolare, completamente interrato sotto il piano della campagna e protetto da una paratoia mobile. L’opera includerà due rampe di risalita per l’ittiofauna, una sul lato destro e uno sul lato sinistro, del tipo a vasche successive collegate con passaggi idraulici a fenditure verticali. In virtù del discreto dislivello di 3,54 m, non verranno montati innalza-menti mobili per l'incremento del salto idraulico utile.

Cantiere_Camm-2.jpg

Il cantiere. Si notino a sinistra le vecchie opere di presa della bealera di Collegno.

Foto E. Cammarata 

LA CENTRALE

L’impianto è del tipo ad acqua fluente e realizzato in sponda sinistra a lato della traversa; la presa è inclinata di circa 35° rispetto all’asse del canale irriguo che, interrotto dal cantiere, sarà riattivato al termine dei lavori. La portata derivata sarà subito restituita al fiume e l'opera non sottende quindi tratti di alveo naturale. Le due turbine installate saranno di tipo Kaplan. A valle della traversa, i condotti di scarico e i locali quadri e di gestione saranno completamente interrati per ottenere una struttura compatta e di impatto paesaggistico ridotto. La connessione con la rete elettrica a media tensione avverrà con un elettrodotto interrato.

ELEMENTI TECNICI RILEVANTI

Elementi tecnici.jpg

COMPENSAZIONI

A titolo compensativo sono previsti interventi di riparazione e miglioramento forestale/naturalistico in sostituzione dei circa 1750 m quadri di bosco eliminati in fase di cantiere, la riparazione e riqualificazione del percorso ciclopedonale che si snoda alla sinistra del fiume e infine alcune bonifiche nel comune di Pianezza.

Presa-3.jpg
Presa1.jpg

(Sopra a sinistra) Le bocche di presa delle due turbine munite di sgrigliatore automatico; a fianco la paratoia dello scaricatore. (Sopra a destra) La paratoia che regolerà l'imbocco della bealera di Collegno. (Sotto a sinistra) La rampa per la risalita dei pesci in sponda orografica sinistra. (Sotto a destra) Sbarramento provvisorio di terra a protezione del cantiere.

Rampa-risalita.jpg
Panoramica.jpg
Old-1-2020.jpg
Old-5-2020.jpg

(Sopra a sinistra) Le opere di presa dismesse: in primo piano le paratoie di imbocco della bealera di Collegno ortogonali  a quelle dello scaricatore a lato; sullo sfondo quelle della bealera Barola, da tempo chiusa. (Sopra a destra) La presa delle bealere a bocca libera, cioè senza organi di regolazione e scarico, funzioni svolte un centinaio di metri a valle. (Sotto a sinistra) Purtroppo il cantiere ha eliminato uno scorcio tranquillo ed appartato di ambiente fluviale. (Sotto a destra) Le vecchie opere di regolazione degli scaricatori delle due bealere.

Old-2-2020.jpg
Vecchie-strutture.jpg

FOTOINSERIMENTI

Dora Rerpower R1.jpg
Dora Rerpower R3.jpg
Dora Rerpower R5.jpg
Dora Rerpower R2.jpg
Dora Rerpower R4.jpg

Fonte: Città Metropolitana di Torino

Si ringrazia il dott. Carlo Ferrero

per la documentazione fornita.

smartbutton17632.gif

HOME CENTRALI IDROELETTRICHE

Fonte delle informazioni:

Logo Citta Metropolitana.jpg

VALUTAZIONE  IMPATTO AMBIENTALE DEL PROGETTO

VAL254 - SOCIETA' IDROELETTRICA PIEMONTESE

 

DOCUMENTAZIONE COMPLETA

Visitatori dal  30-10-2022

Online dal  30-10-2022

Ultimo aggiornamento 03-11-2022