Le bealere extraurbane

Le derivazioni a monte della Pellerina

ABSTRACT

Il “Gran canale” e le sue articolazioni rappresentavano l’asse portante di un sistema d’acque più ampio. Unitamente ai canali che attraversavano la città, altri quindici corsi d’acqua derivati a monte della Pellerina, a loro volta organizzati in più rami, contribuivano a formare un reticolo idraulico che copriva l'intero spazio metropolitano torinese. Tutte queste derivazioni attingevano, come in parte ancora attingono, dalla Dora Riparia e si scaricavano in massima parte nel Po, irrigando migliaia di giornate di terreno agricolo e soddisfacendo i bisogni locali di forza motrice. Sei di esse toccavano le zone periferiche del territorio di Torino, mentre le restanti nove restavano esterne ai confini della città, dando vita comunque un apparato idraulico unitario.

Corografia delle campagne e degli abitati adiacenti al torrente Dora Riparia redatta dalla commissione Pernigotti nel 1844.

ASCT, Tipi e Disegni 12.1.19

BEALERE EXTRAURBANE TORINESI DERIVATE A MONTE DELLA PELLERINA

 

  • derivazioni che toccavano il territorio di Torino:

    • la bealera di Grugliasco

    • la bealera Becchia

    • le bealere Putea e il ramo bealera Canale

    • la bealera Cossola

    • la bealera nuova di Lucento

    • la bealera vecchiadi Lucento

  • Altre bealere esterne ai confini della città:

    • la bealera di S. Antonino

    • la bealera di Rivoli

    • la bealera di Caselette ed Alpignano

    • la bealera di Avigliana e Buttigliera

    • la bealera di Orbassano

    • la bealera Barola

    • la bealera di Pianezza

    • la bealera di Venaria

    • la bealera di Collegno

In attesa di dedicare ad ogni canalizzazione lo spazio dovuto, si pubblicano alcuni dati di sintesi, relativi alla metà del XIX secolo, ricavati dalla più volte citata Relazione Pernigotti.

BEALERE DERIVATE DALLA DORA RIPARIA

Fonte: Relazione Pernigotti

AVVERTENZE:

- L'anno della concessione è quello attribuito su base giuridica dalla e non coincide sempre con quello effettivo

-  Al numero delle ruote idrauliche occorre aggiungere quello di alcune brevi derivazioni industriali che ritornavano alla Dora subito dopo aver alimentato degli specifici opifici e precisamente: balera del molino di Rivoli detto di Brovere (Rivoli - 5 ruote), bealera del molino de la Barca (Collegno - 4 ruote), bealera del conte di Collegno (Collegno - 9 ruote)

- Il dato del canale della Pellerina (corrispondente anche al primo tratto del Gran canale) è riportato solo per riferimento e confronto

Le bealere del circondario torinese all'inizio del XIX secolo. Resoconto  tratto da: G. De Bartolomeis, Notizie topografiche e statistiche sugli stati Sardi,vol. III, Stamperia Reale, Torino 1843, pag. 357.

© copyright 2018 - www.icanaliditorino.it - by Mauro Lavazza - Tutti i diritti riservati - Ultimo aggirnamento del sito: 12/11/2019

Attenzione: Le immagini e le carte pubblicate sono riproducibili solo con l'autorizzazione degli enti che ne detengono i diritti.